Manchester: città inglese poco turistica, ma con ben due primati!

“Vai a Manchester?! Perchè?”

Diciamo che questa città inglese non è proprio in vetta alle classifiche delle mete turistiche più gettonate. Sarà che Londra, capitale piena di fascino, e Liverpool, città natale dei Beatles, ne oscurano un po’ la reputazione, ma in ogni caso Manchester è di fatto una meta per lo più inesplorata dal turismo internazionale.

Neanche il commento tutto irlandese di mio padre aiuta molto “Manchester?! I’ve never even been to Manchester myself!” 

Le premesse non sono incoraggianti. Forse Manchester non si è mai scrollata di dosso la nomea di città dall’aspetto cupo e dalle distese di ciminiere fumanti. Resta il fatto che le tariffe vantaggiose di Ryanair pongono l’obbligo morale quanto meno di verificare se qualcosa nel tempo è cambiato. Approfittando di un regalo di compleanno di Ale, decidiamo di partire per affrontare questa ardua impresa.

Devo ammettere che Manchester non è niente male: ho trovato una città vivace, in cui le aree delle vecchie fabbriche dai mattoni rossi sono a pieno recuperate e in cui sorgono diversi quartieri, ognuno con la propria identità (il centro composto e pieno di luci, l’area dei canali, il quartiere gay, quello alternativo e perfino chinatown).

Inutile dire che sono presenti un Big Ben in miniatura (la City Hall), una copia più modesta del London Eye (il Manchester Eye) e uno spazio pubblico dedicato al Principe Albert (l’Albert square): siamo in Inghilterra, non ci si può sbagliare eh.

Tuttavia la cosa più sorprendente è che questa città inglese detiene ben due primati europei: di per sé già due ottimi motivi per passarci un weekend. 

2. Chetham’s Library: la biblioteca pubblica più antica del Regno Unito

Questa libreria in stile inglese si trova proprio dietro alla Manchester Cathedral ed è stata un punto di riferimento in Europa fin dal 1653. Il complesso di cui fa parte la Chetham’s Library comprende anche la Chetham’s School of Music e, nel tempo, ha ospitato importanti personalità come Marx e Engels. Purtroppo durante il weekend la libreria è chiusa al pubblico, ma se capitate a Manchester durante la settimana, è una tappa da non perdere. 

Chetham's Library Manchester

Chetham's Library antica Manchester

1. The Circus Tavern: il pub più piccolo d’Europa

“The smallest bar in Europe, the biggest welcome in the world!” è la scritta che si legge sul muro d’ingresso di questo, inultile dire, minuscolo pub inglese (86, Portland Street). Di fronte alla porta d’ingresso c’è il più piccolo bancone in legno che io abbia mai visto, ma grande abbastanza da comprendere spillatrici di differenti tipi di birre inglesi: da provare assolutamente la birra Ale. Per il resto, il pub consiste in due piccole stanze con un paio di tavolini in legno circondati da divani in velluto rosso, molto English-style. E’ proprio il caso di dire che “nella botte piccola ci sta la birra buona”. Ok, forse sono tornata a casa anche con un briciolo di English Humor addosso!

Bar più piccolo Europa Circus tavern manchester

Circus tavern bar più piccolo europa manchester

Cheers!

 

 

4 pensieri su “Manchester: città inglese poco turistica, ma con ben due primati!

  1. Giovy

    Una zona molto interessante di Manchester è Salford, dalle parti dell’Old Trafford per intenderci. Lì è stato riqualificato interamente un quartiere che è spettacolare.
    Manchester è proprio bella in tante sue parti.

  2. Serena

    Io adoro l’Inghilterra e qualunque posto sia inglese… però devo dire che Manchester mi aveva lasciata un pochino delusa.
    Forse quel giorno non ero dell’umore giusto o non avevamo visitato i posti giusti…
    Ma leggere il tuo post mi ha fatto venir voglia di darle una seconda chance ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>