5 miradouros di Lisbona da non perdere: su e giù per gli irti colli

Tram lisbona santa luziaLisbona è una città da scoprire perdendosi tra le pittoresche stradine dell’antico quartiere dell’Alfama, da attraversare con le storiche linee tranviarie 28 e 15, da assaporare con le specialità culinarie dolci e salate. Tuttavia, Lisbona è soprattutto una città che si lascia osservare dall’alto, grazie ai sette colli su cui si sviluppa e che offrono numerosi miradouros, ovvero belvedere da cui è possibile ammirare tutta la bellezza della città in un solo colpo d’occhio. Ogni quartiere ha un punto di osservazione raggiungibile con una scarpinata in salita oppure con uno dei tanti elevador sparsi per la città, ideali per i più pigri, ma non per i più squattrinati, dato che spesso non sono gratuiti. Tuttavia, la fatica nel percorrere le stradine che si arrampicano sui colli svanisce di fronte ai colori delle facciate di palazzi così ravvicinati da farti ripiombare in atmosfere antiche e magiche e viene totalmente ripagata da una vista sempre mozzafiato, ma mai uguale a se stessa. Ogni miradouro offre la vista su uno spicchio diverso della città e cinque sono quelli che proprio non si possono perdere.

1. Elevador de Santa Justa/Igreja Do Carmo

Lisbona ha talmente tanti punti di osservazione naturali che, secondo me, non vale la pena utilizzare gli elevador. In ogni caso, l’Elevador de Santa Justa potrebbe attrarre molte persone, essendo posizionato in Rua do Ouro, una via centrale e molto frequentata di Lisbona, e portando in un batter d’occhio in cima ad uno dei colli. Ammetto che anche io ci stavo per cascare, ma il prezzo di 7 euro per una salita di 30 secondi mi ha fatto immediatamente cambiare idea. Così non ho scoperto dove portasse quell’elevatore fino all’ultimo giorno, quando dopo una salita, degli scalini, un paio di altre salite e ancora alcuni scalini, io e le mie gambe stanche siamo giunti fino all’Igreja do Carmo. La chiesa, che si trova nel quartiere Rossio, appartiene al convento delle carmelitane ed è una vera e propria chiesa a cielo aperto, a causa del crollo di alcune sue parti durante il terremoto del 1755. Cosa c’entra tutto questo con l’Elevador de Santa Justa, direte voi. Ci sto arrivando. Dunque, di domenica il convento e la chiesa sono chiusi (prendete nota), così, incuriosita da una passerella in ferro proprio a lato dell’edificio, mi sono ritrovata in cima ad un favoloso miradouro, che ho scoperto poi essere proprio l’arrivo dell’Elevador de Santa Justa! Morale: con un po’ di pazienza ed esercizio fisico si possono anche risparmiare alcuni euro e godersi fino in fondo le caratteristiche stradine di Lisbona che si arrampicano sui suoi irti colli. 

elevador santa justa baixa lisbona

Elevador de Santa Justa

Miradouro Igreja do carmo Lisbona

2. Miradouro de Santa Luzia

Nel cuore del caratteristico quartiere Alfama, oltrepassata la – la Cattedrale di Lisbona – si raggiunge il Miradouro de Santa Luzia, più basso rispetto ad altri, ma ugualmente affascinante. Il punto di osservazione è facilmente raggiungibile con il tram 28 oppure a piedi dopo una passeggiata tra le strette vie del quartiere, animate da piccole botteghe presidiate dai proprietari che amano guardare lo scorrere della giornata appoggiati alla vetrina o alla porta d’ingresso. L’altezza ridotta offre una vista privilegiata sui rossi tetti che discendono fino al fiume.

Sè cattedrale lisbona

Sè, la Cattedrale di Lisbona

miradouro santa luzia lisbona

3. Mirodouro da Graça

Questo è sicuramente il punto di osservazione più conosciuto dai turisti, situato nel caratteristico quartiere di Graça, proprio di fronte all’omonima chiesa con convento annesso. Nel piazzale si trova un piccolo chiosco con dei tavolini da cui godersi la vista nelle giornate di sole. Proseguendo invece su Largo da Graca, incontrate il ristorante O Satelite da Graca dove consiglio di farmarvi a mangiare un piatto di baccalà o di carne: ambiente informale, frequentato da molti portoghesi, piatti abbondanti e cibo ottimo. Il proprietario è un vecchietto molto simpatico e se sarete simpatici anche voi, con molta probabilità vi offrirà un amaro o una ginjinha, quindi giocatevela bene! 

Miradouro da Graca Lisbona

bar miradouro graca lisbona

4. Miradouro da Nossa Senhora do Monte

A breve distanza dal miradouro de Graça, si trova quello di Nossa Senhora do Monte: senza dubbio il belvedere più suggestivo di Lisbona. Da questo piccolo spazio, che ospita solo un paio di panchine, si ha la vista più completa della capitale portoghese: i tetti, il castello di São Jorge in cima al colle, il fiume e il ponte del 25 aprile (molto simile al Golden Gate di San Francisco). Da quassù si ha la sensazione di assaporare tutto il fascino di Lisbona, in un solo colpo d’occhio.

Nossa senhora do monte miradouro lisbona

5. Castello di São Jorge

Un punto di osservazione, ma innanzitutto un monumento nazionale: il Castello di São Jorge domina la città da un’area privilegiata dell’Alcazaba, l’antica cittadella medievale. Oggi è possibile visitare questa fortificazione costruita dai Mori a metà del XI secolo e passeggiare tra i suoi incantevoli giardini in stile arabo (biglietto: 7,50 euro). Da lassù, distolto lo sguardo dalle alte mura del castello e volgendosi verso il fiume, vi aspetta uno scenario mozzafiato, una vista spettacolare su Lisbona, che segue la vostra passeggiata intorno al castello, permettendovi di osservare la città a 360°. Se poi non vi siete ancora stancati di osservare la bellezza di Lisbona dall’alto, appena fuori dalla cittadella medievale, e precisamente in Costa do Castelo 1, fate una visita a Chapitô, un ex carcere minorile trasformato in una scuola circense, spazio culturale, bar, ristorante e negozietto, giusto per non farsi mancare nulla. Per godersi fino infondo questo posto magico, ci si può sedere ad un tavolino sotto il tendone da circo oppure sul terrazzo con vista sulla città: niente di meglio che gustarsi qualcosa da bere con la città ai propri piedi!

Chapito lisbona ristorante circo

 

3 pensieri su “5 miradouros di Lisbona da non perdere: su e giù per gli irti colli

  1. Pingback: 3 Cose che porterò per sempre in giro. Il mio Portogallo. | MikelAlice

  2. VERA

    reduce da viaggio a lisbona spigolando in Google trovo questo sito. curiosa come sono leggo e scopro oltre a s.luzia e castello (visti) altri meravigliosi miradouros (non visti) ke mi fanno decidere di tornarci. molto belle le foto e le descrizioni. BRAVO

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>