Istanbul: tre giorni, due continenti, una città – Il Bosforo, i pescatori sul Ponte Galata e il mercato del pesce di Karakoy

Se capitate ad Istanbul, una passeggiata sul Ponte Galata, che collega la zona di Sultanahmet a quella di Taksim, è d’obbligo. Oltre ad essere un percorso meraviglioso per la vista che si gode sulle due parti della città, è anche un viaggio indietro nel tempo: da un’estremità all’altra del ponte, una fila di pescatori pazienti passa la giornata davanti alle proprie canne da pesca, in attesa di riuscire a riempire il secchiello di pesci pescati direttamente dal fiume che attraversa la città: il Bosforo.

Ritrovarsi in questo quadretto quasi bucolico nel cuore di una delle metropoli più estese del mondo in un’epoca in cui sui ponti al massimo si trovano tanti lucchetti ammassati, non può lasciare indifferenti. Si sa, dai piccoli centri abitati alle grandi città, la folla si raduna spesso attorno ai luoghi in cui si svolgono le attività principali. Lo stesso avviene per il Ponte Galata, dove la pesca ha trasformato un tipico luogo di passaggio in un punto cruciale, vissuto in ogni suo spazio: i pescatori sul ponte, i ristorantini di pesce sotto al ponte, i baracchini sul porto e le persone.. ovunque! 

Schermata 2013-04-10 a 22.49.27

Attraversato il ponte verso Sultanahmet, veniamo travolti da un mare di gente che passeggia velocemente o che si ritrova sugli scalini di pietra proprio di fronte al porto. Affianco ai baracchini di kebab sulla sponda del fiume, notiamo alcune barche rosse ormeggiate che oscillano con un costante movimento ondulatorio e sulle quali dei poveri cuochi forti di stomaco offrono i balik ekmek, panini croccanti farciti di freschissimo (?) sgombro grigliato.

Senza titolo

Dimenticate kebab e spiedini di carne, in questa zona il tipico pesce-panino la fa da padrone e nell’area sottostante il ponte sorgono, uno in fila all’altro, decine di ristoranti in cui è possibile gustare questo piatto.

Dall’altra parte del ponte c’è invece il colorato e caratteristico quartiere di Karakoy, con bancarelle di ogni tipo, il porto su un lato e il mercato del pesce proprio affianco. 

Il mercato del pesce a Karakoy

Il mercato del pesce a Karakoy

Il Ponte Galata e le zone che sorgono attorno al porto sono uno scorcio di vita rupestre racchiuso tra la modernità di Taksim e il passato glorioso di Sultanahmet: un altro dei mille volti di Istanbul.

Cheers!

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>