Un essenziale frasario irlandese per San Patrizio

Volete arrivare alla sera di San Patrizio senza conoscere neanche una parola in gaelico? Secondo me no. 

Che a parlare inglese siamo bravi tutti, mentre l’irlandese non è per niente facile: è una lingua che non ha nulla a che vedere con l’inglese, è totalmente incomprensibile e il modo in cui le parole sono scritte non assomiglia assolutamente al modo in cui vengono pronunciate. Tanto che l’inglese scritto in confronto risulta super intuitivo.

Tra un’infanzia piena di “mi dici qualcosa in inglese?” e una vita in ufficio ricca di “Mc come si dice disintermediazionefinanziaria in inglese?” per San Patrizio voglio parlare solo dell’irlandese. Anche perché negli anni ho scoperto che un sacco di gente ama l’Irlanda. E la ama proprio, nel senso che ci si trasferirebbe senza neanche averla mai vista, solamente per il mito delle sue scogliere, della sua musica e del suo cielo. Aw, il cielo d’Irlanda. Che poi alla fine si chiama pioggia eh. 

E quindi quando parlo con qualcuno, spesso va a finire che:

“Mc Closkey? Che cognome particolare! Scozz…”

“No, irlandese” 

“Ah certo certo. Ma senti, una curiosità: in Irlanda c’è ancora gente che parla gaelico? Tu lo parli?”

Ed eccoci arrivati al dunque. In Irlanda ormai parlano tutti inglese, ma quasi tutti conoscono il gaelico. Per esempio, c’è ancora la possibilità di scegliere se frequentare una scuola in cui le materie sono insegnate in gaelico oppure una scuola in cui si parla solo inglese, ma comunque si studia gaelico come seconda lingua. 

Verso la costa occidentale poi, dove l’influenza inglese è stata meno incombente, il gaelico è più diffuso. E così ho ricordi di nonni, prozii e cugini di secondo grado che parlano gaelico tra di loro e che ogni tanto sono anche riusciti a insegnarmi qualche parola. In 27 anni ho raccolto alcune frasi chiave, un essenziale frasario irlandese utile per un prossimo viaggio in Irlanda o per i festeggiamenti di Saint Patrick’s Day! 

1. Slaìnte 

Pronuncia: sloncha.

A proposito di San Patrizio, iniziamo subito dalle parole importanti. Letteralmente significa salute, ma si usa soprattutto per i brindisi nell’accezione di cin cin. Dai, volete mettere brindare con slaìnte al posto di cheers? Che diciamolo, ormai è inflazionato e decisamente mainstream. Senza contare che per festeggiare LA festa irlandese non si può brindare pronunciando un’espressione inglese. 

slaìnte san patrizio

2. Go raibh maith agat

Pronuncia: goro maiaghet 

Queste quattro complicate parole in realtà vogliono dire una cosa molto semplice: grazie. Ringraziare è una delle azioni più importanti della vita di tutti i giorni. Notoriamente infatti dopo aver ordinato una birra si dice sempre grazie. 

Guinness San Patrizio

3. Oìche mhaith 

Pronuncia: i o uai

Significa buona notte e la potete usare dopo i festeggiamenti di San Patrizio, prima di tornare a casa, ma non prima di aver preso l’ultima birra: quella famosa one for the road!

one for the road

4. Tà roinnt d’uisce le do thoil? 

Pronuncia: tordu ishca le da hol?

Questa espressione è livello pro e significa c’è un po’ d’acqua per favore?. È perfetta per la mattina dopo San Patrizio e non c’è bisogno di spiegare perché. 

j7UxUryslTU

5. Tà an dinnéar réidh 

Pronuncia: tan ginerei.

È il classico è pronto! che si dice prima di ogni pasto. Si può usare sia per il pranzo che per la cena, che molto probabilmente dopo San Patrizio consisterà in 2 chili di pasta. Anche in questo caso non c’è bisogno di spiegare perché.  

sordi

6. Pogue mahone’s 

Pronuncia: pog mahons

Significa kiss my ass, che non sarà un’espressione molto carina, ma a volte può tornare utile. A mia discolpa posso dire che la conosco solo perché è il nome del primo pub irlandese di Milano, aperto da mio padre, del quale si è divertito a scegliere anche il nome: Pogue Mahone’s, appunto. D’altronde mia sorella ha rischiato di essere chiamata Markievicz solo perché era il nome della più grande rivoluzionaria irlandese durante la Rivolta di Pasqua del 1916. Facendo due calcoli, direi che al pub non è andata poi così male.

La gestione è cambiata da molti anni, ma il locale dentro è rimasto più o meno uguale. Nel 1995, dopo il suo concerto milanese, è stato qui anche Shane MacGowan, il cantante del gruppo irlandese The Pogues e negli stessi anni anche Paddy Moloney dei The Chieftains.

pogue mahones milano

Shane MacGowan con mio padre nel pub

pogues mahone's milano

7. Dún an doras 

Pronuncia: dun an dor

Significa chiudi la porta e non c’entra niente con San Patrizio, ma mia nonna la ripeteva in continuazione quindi ve la beccate lo stesso.

Ora non vi resta che ordinare una Guinness e festeggiare sfoggiando il vostro gaelico.

Happy Saint Patrick’s day!

 

 

2 pensieri su “Un essenziale frasario irlandese per San Patrizio

  1. Andrea

    Bellissimo articolo! :) Avrei aggiunto anche la frase: “Tiocfaidh àr là”, pronuncia: “Ciock ar là”, che significa “Verrà il nostro giorno”. Credo sia la frase più importante per il meraviglioso popolo irlandese.

    p.s. a te come ti hanno chiamato? Patrick/Patrizio o Bobby (come Bobby Sand)?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>